mister magu Headline Animator

giovedì 12 febbraio 2009

Procedura a Strasburgo: istruzioni per l’uso

Ogni cittadino con un processo in corso da più di 4 anni ha diritto a un risarcimento dei danni causati dalla lentezza della giustizia italiana.

Fatti giustizia scrivendo alla Commissione Europea per i Diritti dell’Uomo di Strasburgo.

La procedura non costa nulla: niente carta da bollo o tasse, neppure in caso di rigetto del ricorso del cittadino, perché la giustizia entro un tempo ragionevole è un diritto fondamentale riconosciuto dalla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo del 1950, diritto che anche l’Italia ha accettato di applicare ai suoi cittadini.

Dopo 4 anni dall’inizio del processo in Italia, il cittadino può scrivere una lettera, in lingua italiana, raccontando lo svolgimento del suo processo, indirizzandola alla Commissione Europea dei Diritti dell’Uomo a Strasburgo; riceverà dalla stessa commissione, sempre via posta, un modulo e tutte le informazioni per compilarlo.

Tutta la procedura a Strasburgo si svolge tramite posta e non è necessaria la presenza di un avvocato.

La decisione dei giudici di Strasburgo non serve ad accelerare il processo in Italia, ma solo per far ottenere al cittadino un risarcimento in denaro dei danni sofferti per questa lentezza.

2 commenti:

Signor Ponza ha detto...

Se lo venissero a sapere tutti gli interessati, manderemmo l'UE in bancarotta.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Interssante questa notizia.

Siete in